Menu
header photo

Le mille e una pagina

di Alberta Lia Maffi & Laura Maria Fedigatti - Libreria indipendente di varia

EVENTI CULTURALI IN LIBRERIA 

 

Gli incontri con l'autore, i corsi e gli eventi organizzati si tengono presso la Libreria Le mille e una pagina, salvo diversamente indicato.

OGNI EVENTUALE VARIAZIONE DEL CALENDARIO INCONTRI VERRÀ COMUNICATA DI VOLTA IN VOLTA


 

 

SABATO 16 NOVEMBRE ORE 17,30 

LEONARDO MALAGUTI e il suo romanzo  “DOPO IL DILUVIO” (Èxòrma Edizioni) con VALENTINA MARCOLI 

Un incontro molto particolare, organizzato in collaborazione con l'amica VALENTINA MARCOLI, libraia di Vercelli e collaboratrice di PulpLibri, che sarà con noi per dialogare con il nostro ospite.
Presentiamo il romanzo d’esordio di uno dei giovani scrittori più interessanti degli ultimi anni, LEONARDO MALAGUTI, dal titolo “DOPO IL DILUVIO” (Èxòrma Edizioni), lanciato al Salone del Libro di Torino, dove ha avuto un presentatore d’eccezione come Massimo Gramellini, e con il quale è stato finalista al Premio Nazionale di Letteratura Neri Pozza.
Con un racconto surreale, al limite del grottesco, Malaguti, che si dedica anche alla regia di cotrometraggi e alla drammaturgia, rivela la sua maturità letteraria già da questa prima importante prova, che si è rivelata essere un romanzo poliedrico e incredibilmente ironico, dove vengono trattati temi legati anche all'attualità, come l'incapacità di comunicazione e la paura del diverso.
Un paese incastrato in una conca profonda sotto il livello del mare e una pioggia fitta e insistente (un diluvio) che finisce per riempirla fino all’orlo. Il paese è sommerso: c’è qualcosa che ottura la valvola del canale di scolo…
Siamo in un luogo senza tempo da qualche parte nel cuore dell’Europa; forse nella prima metà del ’900, così sembrano suggerire alcuni dettagli come il telegramma, la sigaretta, il furgoncino del latte, i caratteri tipografici del passaporto di Lisetska. Allo stesso tempo, sembra di essere entrati in un buio Medioevo dove quel diluvio e la follia che scuote e inebria i personaggi fanno pensare alle storie sulla fine del mondo.
Fin dall’inizio il macabro cede il passo al grottesco, a un’abile narrazione in chiave comica dal ritmo incalzante che investe e travolge ogni cosa trasformando la tragedia in farsa: Krauss si suicida tagliandosi le vene con un pennino, il mite Signor Keller si rivela un folle che stupra la giovanissima Nana, l’adultera Lisetska diventa per il Pastore Thulin la strega che ha portato la sciagura sul paese. Personaggi che sembrano usciti dai dipinti di Bruegel e Bosch ma anche Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno, divertenti e inquietanti allo stesso tempo.

 

SABATO 30 NOVEMBRE DALLE ORE 16 ALLE 19 E DOMENICA 1° DICEMBRE DALLE ORE 9,30 ALLE 12,30

"IO, AUTORE" workshop di scrittura creativa con CHIARA MARCHELLI

Programma:

Chi sono gli scrittori di oggi? Come parlano (o no) di sé nei libri che scrivono? Che forma ha preso il discorso sull’autorialità nel panorama letterario contemporaneo?

In questo laboratorio leggeremo alcune opere di scrittori che fanno del racconto del sé il fulcro del proprio lavoro, e vedremo come ognuno di loro si immerge nella narrazione dell’identità in un modo personale e originale.

Da Annie Ernaux a Rachel Cusk, da Karl Ove Knausgård a Philip Roth, scopriremo insieme alcuni degli stratagemmi narrativi che i più celebri scrittori contemporanei hanno adottato per rivelarsi – e nascondersi – nelle loro pagine. Alla fine del workshop, la docente darà indicazioni per scrivere un racconto sulla base di quello che si è discusso.

Docente: CHIARA MARCHELLI

Nata ad Aosta e laureata in Lingue Orientali alla Ca’ Foscari di Venezia, durante gli anni dell’università vive in Belgio e in Egitto, dove si specializza nello studio della nascita del nazionalismo arabo e del fondamentalismo islamico. 

In Italia insegna presso l’Università Cattolica di Milano, l’Università di Pavia e la John Cabot University di Roma. Dal 1999 si trasferisce a New York e dal 2004 insegna scrittura creativa, traduzione, letteratura contemporanea e lingua italiana alla New York University.

Nel 2003 pubblica il suo primo romanzo, Angeli e cani (Marsilio) che vince il Premio Rapallo Carige Opera Prima; nel 2007 la raccolta di racconti Sotto i tuoi occhi (Fazi).

Ha pubblicato L’amore involontario e Le mie parole per te (Piemme Open).

Il suo romanzo Le notti blu, uscito con Giulio Perrone Editore, in corso di traduzione in Germania, è stato selezionato tra i 12 finalisti del Premio Strega 2017.

Dopo il saggio narrativo New York. Una città di corsa (Giulio Perrone Editore, 2018), Chiara Marchelli torna in libreria con La memoria della cenere (NN Editore, gennaio 2019).

Il laboratorio è aperto a partecipanti di tutte le età e formazioni. Numero minimo partecipanti:10 persone

Iscrizioni entro: 15 novembre 2019

 

DOMENICA 8 DICEMBRE ore 17,30

CLAUDIO MORNADINI presenta il suo romanzo "GLI OSCILLANTI" (Bompiani)

Claudio Morandini presenta il suo nuovo romanzo,  “Gli oscillanti”. un racconto a metà strada tra il fiabesco e l’onirico, che lo ha confermato come uno dei più competenti e intriganti romanzieri del nuovo panorama letterario italiano.

Protagonista di questo racconto è una giovane etnomusicologa che ha deciso di condurre una ricerca sull’antico fenomeno dei canti notturni con cui i pastori di Crottarda dialogano da una montagna all’altra. Posta sul versante in ombra, e in lotta feroce con Autelor, il villaggio dirimpettaio baciato dal sole, Crottarda è segnata da un’oscurità che, con il passare dei giorni, sembra invadere anche la mente. La protagonista insegue le voci dei canti affiancata da due singolari aiutanti – una ragazza strampalata e uno speleologo armato solo della sua lampada frontale – mentre ogni certezza, e la terra stessa, sembrano franare sotto i suoi passi leggeri. La vicenda ha luogo negli anni ottanta ma in un certo senso appare sospesa fuori dal tempo, in un eterno ripetersi delle stagioni: tragedia e commedia vi sono inestricabilmente unite, mutevoli come la luce sui versanti delle montagne. Morandini dà vita a un canto sulla nostra incapacità di dirci e, al tempo stesso, a un atto di fede nella parola come chiave di una possibile verità.

Nato ad Aosta, dove vive e insegna, Morandini ha pubblicato vari romanzi, tra i quali “Le larve” (Pendragon, 2008), “Rapsodia su un solo tema” (Manni, 2010), “A gran giornate” (La Linea, 2012). Negli ultimi anni si è dedicato a raccontare il lato inquietante e paradossale della montagna: sono così nati “Neve, cane, piede” (Èxòrma, 2015), Premio Procida – Isola di Arturo – Elsa Morante nel 2016, “Le pietre” (Èxòrma, 2017), e il libro per ragazzi “Le maschere di Pocacosa” (Salani, 2018). È tradotto in diverse lingue.

A SEGUIRE UN BRINDISI NATALIZIO CON SPIUMANTE E PANETTONE OFFERTI DALLA LIBRERIA!!

 

 

 

TUTTI GLI INCONTRI SONO A INGRESSO LIBERO