Menu
header photo

Le mille e una pagina

di Alberta Lia Maffi & Laura Maria Fedigatti - Libreria indipendente di varia

EVENTI CULTURALI IN LIBRERIA 

 

Gli incontri con l'autore, i corsi e gli eventi organizzati si tengono presso la Libreria Le mille e una pagina, salvo diversamente indicato.

OGNI EVENTUALE VARIAZIONE DEL CALENDARIO INCONTRI VERRÀ COMUNICATA DI VOLTA IN VOLTA


 

 

SABATO 26 GENNAIO ore 17,30 

ARMIDA POMÈ e CRISTINA COLLI presentano  “VIA BORIOLI 18” (PiM)

La nostra amica Cristina Colli insieme alla mamma Armida Pomè presentano il libro che hanno scritto a quattro mani, uno spaccato della vita milanese di qualche tempo fa…

Via Borioli, Via Radaelli, Via Redecesio. Tre strade racchiuse in un fazzoletto di terra che, a partire dagli anni ’30, diventarono il regno delle lavanderie che servivano tutta la città di Milano. Associati in una cooperativa, i lavandai vivevano in case spaziose, dai grandi prati, dove i panni stesi ad asciugare in filari riempivano l’aria di un caratteristico profumo di pulito. Tra di loro Domenico, vitale, instancabile, generoso, erede di una famiglia in cui il pesante ritmo del lavoro in lavanderia viene prima di tutto, prima anche dei sentimenti. Ma lui è diverso. Inguaribile romantico, affronta la vita con quella leggerezza che non è mai superficialità, e ci porta con lui tra le bombe della seconda guerra mondiale, nei campi di lavoro, tra i reduci liberati dagli alleati, sempre con quel sorriso fiducioso, lo stesso che sfodera sulla pista da ballo, ammirato e conteso da tutte le donne. La sua vicenda biografica è specchio dell’Italia che rinasce dopo la guerra, i suoi amici comaschi sono il simbolo della nascente industria italiana, le sue difficoltà sono quelle dei tanti giovani che hanno costruito il paese in cui noi viviamo. Accanto a lui Carla, bella, altera, determinata, esile ma fortissima. Un grande amore. Che questo libro racconta dando spazio alle tante figure che animano la loro vita, in un romanzo che è la storia di una famiglia, ma ancora di più di un mondo che non esiste più. Quello dei Lavandai di Via Borioli.

 

SABATO 9 FEBBRAIO ore 17,30

RAUL MONTANARI presenta il suo romanzo "LA VITA FINORA" (Baldini+Castoldi)

Torna a trovarci, dopo un anno esatto dalla presentazione di “Sempre più vicino”, Raul Montanari, nato a Bergamo nel 1959, fondatore a Milano di una delle migliori scuole di scrittura italiana in Italia, vincitore del Premio Mastronardi Città di Vigevano nel 2015 con “Il regno degli amici”.

Con “La vita finora” Montanari si conferma uno dei più interessanti autori della narrativa italiana contemporanea.

È l’autunno del 2016. Marco Laurenti, trentacinquenne professore delle medie con un passato di sofferenze famigliari e un presente di precariato sconfortante, parte da Milano per un incarico in un piccolo paese, in cima a una valle isolata dove la natura è prepotente e gli uomini ancora di più.

Marco sospetta di essere un cattivo insegnante e un’anima piena di ombre. Ma quando arriva il momento sa battersi come un eroe contro il Male nella sua incarnazione più spaventosa: un allievo, figlio dei nostri tempi devastati dall’idiozia tecnologica, che manipola compagni e adulti, plagia due ragazzine fino a ridurle a schiave sessuali, bullizza e cyberbullizza, usa i social per realizzare una supremazia fredda, terribile, disumana. Di fronte a lui perfino il Male tradizionale, che nella storia ha il volto di un ex criminale di guerra, sembra un retaggio del passato, più doloroso che minaccioso.

Questo drammatico scontro fra generazioni, combattuto sull’orlo di una frattura che percorre tutta la realtà in cui viviamo oggi, non potrà non contare le sue vittime e molti nodi rimarranno irrisolti. Per ricordarci che, in battaglie come quella raccontata in queste pagine, perfino la vittoria non sempre lascia in bocca il sapore rassicurante dell’happy end.

Tra i numerosi libri pubblicati da Montanari, ricordiamo anche:“Il tempo dell’innocenza”  (2012, Baldini+Castoldi); “L’esordiente” (2011, Baldini+Castoldi); “Strane cose, domani” (2009, Baldini+Castoldi; Premio Bari; Premio Siderno; voto dei liceali allo Strega 2010); “La prima notte” (2008, Baldini+Castoldi); “Sempre più vicino” (2017.

 
 

 

TUTTI GLI INCONTRI SONO A INGRESSO LIBERO